Cos’è hatha yoga?

Al giorno d’oggi c’è ancora tanta confusione sul termine yoga o hatha yoga. Ormai lo troviamo etichettato un po’ dovunque, sradicato talvolta anche dal suo concetto fondamentale. Lo yoga non è ginnastica posturale, stretching o semplice fitness. E quindi proviamo a dare la risposta alla domanda “cos’è lo hatha yoga” come segue.

 

Lo yoga è una scienza a tutti gli effetti, che considera l’individuo nella sua interezza e come tale offre un percorso che non esclude nulla: il benessere fisico, il benessere psichico ed emozionale. Lo yoga offre un percorso ben definito per sviluppare tutto il nostro potenziale, qualsiasi cosa sia quello che stiamo cercando.

 

L’essere umano non può essere considerato un’entità a compartimenti stagni. Abbiamo un corpo: ossa, muscoli, organi, pelle, tutto ciò che è tangibile; abbiamo un ritmo interiore che è definito dal nostro respiro e dagli stimoli dei sensi; e abbiamo una mente che produce costantemente pensiero. Ogni istante della nostra vita corpo, respiro e mente si influenzano.

 

Pensiamo banalmente ad un momento di paura: la paura può scaturire da un pensiero del passato o da una proiezione sul futuro, oppure può scaturire da un’emozione repressa mai affrontata, oppure da un evento concreto della vita. La mente offuscata, il respiro bloccato e il corpo in tensione saranno una concreta conseguenza di questo attimo di paura.

 

L’elemento essenziale dello yoga è dunque la profonda connessione corpo, respiro e mente.

Il significato dei termini

Traducendo letteralmente la parola yoga dal sanscrito, che è la lingua antica di riferimento per questa disciplina, la radice –yug significa unire. Cosa uniamo veramente?

Una posizione nello yoga, chiamata asana, non è mai solo una posizione. La posizione è sempre connessa con il respiro e il respiro è sempre connesso con la mente e con ciò che produce.

 

Quindi, lavorando sul corpo, lo yoga lavora contemporaneamente sulla nostra energia e sulla nostra psiche. Respiro, sistema nervoso e sistema endocrino vengono stimolati profondamente dalla pratica, perché sono strumenti nel corpo che rispondono immediatamente agli stimoli dei sensi, alla nostra attenzione. Un buon rilassamento e una buona consapevolezza di questi movimenti interni produce ovviamente un ritorno di benessere ad ampio raggio: aumenta la nostra energia fisica e mentale e la flessibilità del nostro corpo rispecchia la flessibilità della mente.

 

Il termine Hatha viene invece tradotto come Sole (Ha) e Luna (Tha).

 

Sole e luna altro non sono che simbologia del nostro mondo duale: giorno/notte, maschile/femminile, yang/yin, mi piace/non mi piace etc… tutto il nostro vivere si fonda su questa dualità.

Il nostro corpo non è escluso da questa dualità: c’è un muscolo che si tende per permettere al suo opposto di contrarsi, c’è un inspiro che entra e un espiro che esce, un ciclo che si attiva con le nostre azioni quotidiane, l’energia maschile (corrispondente al sole) e un ciclo che si attiva con il nostro riposo quotidiano e l’introspezione, l’energia femminile (corrispondente alla luna). Tutto ciò avviene costantemente nel nostro corpo, senza che ne siamo minimamente consapevoli.

 

Hatha yoga possiamo dunque definirla una scienza concreta, che ci aiuta a riportare equilibrio e consapevolezza nella nostra vita ordinaria di continui opposti, aiutandoci a sviluppare una buona energia, utile a ripristinare o a stabilizzare un benessere completo, per una vita di presenza e di scelte consapevoli.


Vedi anche:

Perché praticare Hatha Yoga