I benefici della pratica di Hatha Yoga

I benefici profondi della pratica di Hatha Yoga derivano un concetto fondamentale: ogni asana, ogni posizione del corpo è connessa con il respiro e l’attenzione al respiro, rilassa il sistema nervoso.

 

Immaginiamo il nostro sistema nervoso al pari di una centrale elettrica: finché l’energia fluisce, può essere distribuita correttamente in ogni angolo periferico. Quando l’energia si incista per i motivi più svariati, incorriamo nel sovraccarico e nel conseguente black-out.

La molteplicità dei nostri stati emotivi e mentali quotidiani non gestiti e non controllati causa il sovraccarico. Nel nostro corpo il sovraccarico è la contrazione, il conseguente black-out è il dolore e/o la malattia.

 

La contrazione può manifestarsi a livello fisico ed emotivo: di solito corrisponde con un blocco del diaframma e gradualmente si perde elasticità nella muscolatura che sostiene i processi vitali basilari come respirare, mangiare, evacuare, rendendo il tutto più difficile, più dispendioso in termini energetici.

 

La contrazione può manifestarsi a livello mentale: subentrano stati di rigidità mentale, manie o depressione che bloccano il fluire della creatività e ostacolano anche i nostri momenti di riposo fisiologico, facendoci vivere in stato di costante deficit energetico.

 

Quindi, una pratica di Hatha yoga, prima ancora di fare qualcosa di buono per noi, gradualmente rallenta l’enorme dispendio energetico che ogni giorno subiamo nel convivere con i nostri blocchi. Ciò significa che già dalle prime esperienze possiamo accorgerci di essere meno stanchi e di avere energia in più a disposizione per vivere al meglio le nostre giornate.

Ecco i molteplici benefici della pratica

I benefici della pratica sono poi molteplici:

  • la muscolatura ritrova tono ed elasticità, perché tramite il respiro profondo vengono riossigenate tutte le cellule del corpo, dunque viene ripristinata la corretta funzionalità di organi e tessuti.
  • Il corpo appare ringiovanito, perché viene stimolata la sua purificazione tramite la disintossicazione dalle scorie fisiche, emotive e mentali.
  • Patologie croniche legate a cattive abitudini posturali possono trovare una soluzione e il respiro profondo, unito al rilassamento del sistema nervoso, mantengono in buona salute tutti gli apparati del corpo.

 

Contemporaneamente, i benefici si manifestano anche a livello più profondo: ritroviamo gradi di lucidità e chiarezza mentale, per vivere le nostre giornate con meno ansia, meno stress e maggior centratura; impariamo a controllare i nostri stati emotivi e a gestire il nostro respiro e la nostra lucidità anche in caso di blocchi importanti, come può esserlo un attacco di panico o l’incapacità di esprimersi in pubblico. Sostanzialmente, impariamo gradualmente ad essere padroni di noi stessi.

 

Buona pratica a tutti.

 

Altre risorse utili

Yoga e Ansia: lo yoga può ridurre l’ansia?