Lo Yoga: la risposta al grido di aiuto del tuo corpo

Nel corso della tua vita, sicuramente avrai incontrato persone con piccoli malesseri costanti come mal di testa, tensione muscolare o difficoltà a prendere sonno.

Forse addirittura anche tu, mentre leggi queste parole, ti riconosci in uno o più di questi sintomi e magari li consideri pure normali, una parte integrante della tua vita. In realtà, quello che forse non sai è che questi problemi, il più delle volte, derivano dall’ansia

Sì, hai capito bene, l’ansia, quell’ombra invisibile che arriva nelle nostre vite senza un apparente motivo e che, se rifiutiamo, se ci distraiamo davanti alla sua richiesta di attenzione e cambiamento, diventa una nostra nuova tragica realtà, che influenza negativamente ogni aspetto della nostra vita.

Lo so, riflettere su quanto l’ansia limiti la nostra esistenza è doloroso. Tuttavia, non dobbiamo rassegnarci a questa condizione, perché la via d’uscita esiste e io voglio parlartene con questo articolo.

Mi chiamo Elisa e sono un’insegnante di yoga specializzata nella cura dei disturbi legati all’ansia. Anche io, per quindici lunghi anni, ho avuto questo disturbo senza saperlo. L’ansia mi ha logorato a tal punto da non riuscire più ad instaurare delle relazioni sane ed esprimermi normalmente (non a caso soffrivo di balbuzie). Avevo continui dolori allo stomaco e alla gola, le tachicardie e le apnee erano molto frequenti e i pensieri angoscianti non mi permettevano di riposare a sufficienza durante la notte.

Mi trascinavo in quella vita come se tutto fosse normale, finché non ho scoperto lo Yoga. Questa disciplina non solo mi ha guarita; mi ha letteralmente aperto gli occhi su cosa vuol dire vivere bene e, attraverso questa guida, desidero farlo scoprire anche a te.

L’ansia: un’ombra invisibile, ma sempre presente

“Non sono capace”. “Chissà cosa penseranno di me”. “Oddio, ho le mani e i piedi completamente sudati, che vergogna!” “Voglio scappare da qui, non mi sento a mio agio”. “Lo sapevo, è tutta colpa mia”,  “ho il cuore che batte a mille, ho qualcosa di grave, sto morendo”.

Queste frasi ti sono familiari? Se la risposta è sì, molto probabilmente stai vivendo una vita schiava della tua ansia, senza nemmeno saperlo. 

Questo malessere, in effetti, è di indole taciturna ed emerge solo nel momento in cui le circostanze in cui ti trovi fanno affiorare le paure e le angosce più profonde, costringendoti a vivere una vita fatta di schemi e di routine prestabilite, da cui non puoi permetterti di uscire se non vuoi stare male.

La soluzione più semplice, non sempre è quella giusta

Sebbene possa sembrare la via più facile, vivere assecondando l’ansia è sbagliato e finisce col relegarti ad una vita triste e amara, dove non hai la libertà di fare ciò che realmente vuoi. 

Io stessa, per anni, sono stata succube dell’ansia e infatti, in quel periodo, non ho concluso nulla di buono se non continuare a soffrire. Ragionavo in maniera molto semplice ripetendomi “questo malessere (l’ansia) non voglio sentirlo” e tale ragionamento mi portava a passare le giornate in due modi:

  • riempiendomi di impegni, così da non ascoltare ciò che il corpo voleva dirmi.
  • evitando tutto ciò che era nuovo, lontano e diverso dal solito.

Quello che non sapevo, e per il quale ho sofferto molto, è che il prezzo da pagare per una “vita” dominata dall’ansia è alto. A causa di questa mia propensione a non affrontare la realtà dei fatti, le mie giornate erano diventate piatte e tutto iniziava ad andare a rotoli, specialmente i sintomi dell’ansia che, giorno dopo giorno, diventavano sempre più ingestibili.

Non lasciarti influenzare da percezioni errate

È stato in quel momento di completo smarrimento che ho scoperto lo yoga, l’unica disciplina che è stata capace di rimettermi in carreggiata, e grazie alla quale ho potuto finalmente ritrovare la mia salute fisica e psichica.

Non nascondo che all’inizio avevo forti dubbi sulla sua efficacia, e che non ero per niente convinta del fatto che mi avrebbe aiutato a stare meglio, figuriamoci a guarire del tutto! Le mie convinzioni derivavano da ciò che ero solita pensare come “yoga”, e dalle immagini distorte che mi venivano promulgate dai social.

Ero abituata a considerarla una pratica adatta a corpi magri ed atletici e che poteva essere svolta solo da persone dotate di grande autocontrollo ed elasticità, non certo da individui ansiosi, rigidi e tesi come me. Niente di più falso.

Lo yoga è soprattutto respiro e consapevolezza. Se tu respiri, puoi fare Yoga, dunque, chiunque può fare Yoga. Il grande sforzo all’inizio non è infatti fare le posizioni yoga, ma acquisire consapevolezza del proprio respiro, e questo lo si può ottenere attraverso una buona guida che ti insegna come fare, partendo dall’ABC. 

Il respiro e la consapevolezza sono le chiavi di volta per la salute psico-fisica. Questo perché il respiro consapevole agisce sulla qualità della mente, permettendole di essere più calma, serena e lucida. E quando la mente si libera dalle sue tensioni, così fa il corpo con muscoli, organi e articolazioni.  

Ecco perché insisto nel sottolineare che serve la consapevolezza del respiro: da questa consapevolezza parte tutto il processo di trasformazione energetica che è il vero Yoga. Da qui parte quella che i miei allievi chiamano “la magia dello Yoga terapia”.

La “magia” dello Yoga terapia

È corretto quindi pensare che lo Yoga e, nello specifico, lo Yoga terapia rappresenti uno dei migliori strumenti per alleviare l’ansia? Assolutamente si. Ma come avviene, nel dettaglio, la trasformazione?

A livello fisico, le asana liberano il corpo dalle tensioni accumulate, permettendo di  sbloccare il diaframma, respirare meglio, tonificare i muscoli e le articolazioni e ridare tono e flessibilità alla colonna vertebrale. 

Un respiro più ampio e più libero significa vivere uno stato di maggiore calma tutte le volte che ne senti il bisogno. Il respiro yogico permette di gestire ed equilibrare tutto il mondo emotivo e psichico. 

A livello energetico ci sente sin da subito più rilassati, meno stanchi e con maggior energia per le attività ordinarie: sparisce l’insonnia, spariscono i disturbi di cattiva digestione, reflusso, acidità, e si lavora qualitativamente meglio, con meno stress e senza frustrazione addosso. 

Per quanto riguarda la sfera emotiva, con lo yoga non solo calmi la mente, i pensieri e le angosce croniche, ma tutta la sfera della personalità viene irradiata di luce e di consapevolezza, permettendoti di lasciar andare via i traumi, le fobie, e tutti i pensieri limitanti che normalmente non ti danno tregua. 

Un vero e proprio percorso di trasformazione

Scegliere lo Yoga terapia non significa solamente eseguire una lezione di yoga per l’ansia. Lo Yoga terapia è un vero e proprio percorso di trasformazione, un modo per distaccarsi dal disagio e dalla malattia, per arrivare alla completa guarigione fisica, emotiva e mentale. 

Per arrivare a questo traguardo, tuttavia, è necessario uno sforzo. E questo sforzo coincide con il tuo impegno, la tua costanza e la tua comprensione del fatto che la guarigione non può stare nelle stesse azioni e pensieri che ti hanno portato allo stare male. 

Le parole di chi ha creduto nello Yoga terapia

Sono ormai tanti gli allievi che seguo con il percorso di Yoga Terapia e le storie di guarigione sono sempre più toccanti perché, come ho detto poco fa, non si tratta solo di guarire uno o più sintomi ansiosi, ma di riprendere in mano la propria vita con più energia, gioia, entusiasmo, serenità e voglia di fare. Io stessa ho raccontato della mia rinascita attraverso lo yoga.

Carlotta è un’allieva che lavora con me da diverso tempo, e in uno dei suoi recenti messaggi mi scrive:

Testimonianza di Carlotta

Ma c’è anche chi in pochissimo tempo, dopo solo due/tre mesi di pratica si sente già molto diverso, come scrive la mia allieva Serenella:

Testimonianza di serenella

Impara a gestire l’ansia con lo Yoga

Carlotta e Serenella sono solo due delle tante storie di guarigione di cui sono testimone, ma sono l’esempio perfetto di come affidarsi al percorso di Yoga terapia sia la chiave per rinascere e ritrovare il benessere fisico e mentale sottratto dall’ansia.

Se ti senti pronta a impegnarti in questo percorso, io sono qui, pronta a guidarti nelle pratiche yoga utili a purificare e liberare il corpo, la mente e lo spirito dall’ansia, fino a vederla sparire completamente.

Come ti ho raccontato poco fa, con l’ansia ci ho convissuto per quindici lunghi anni e quindi conosco bene le resistenze e i giochi della mente e comprendo a pieno le tue frustrazioni e la voglia di liberarti da questo malessere il prima possibile.

Per dimostrati che l’ansia si può gestire e di quanto lo yoga possa aiutarti, voglio farti un regalo: la possibilità di sperimentare in autonomia i benefici di questa disciplina. Ho creato per te una sequenza gratuita di yoga anti-ansia da eseguire a casa, ogni volta che vuoi. 

SEQUENZA_YOGA_ANTI_ANSIA_10_posizioni

Scaricala, provala e testane i benefici. Ama il tuo corpo e la tua mente e regala loro un momento di puro rilassamento attraverso la pratica di yoga terapia. 

Elisa